Roma

Come una moltitudine di umani, ogni giorno devo preoccuparmi di cosa mangiare, di come gestire l’attività lavorativa, delle relazioni col prossimo, di trovare dei momenti di raccoglimento e altri per la manutenzione del corpo, di provvedere al mio cane, ecc. ecc. insomma una vita “normale”, della quale peraltro non faccio che ringraziare il Signore.
Ma periodicamente interrompo questo ritmo con un pellegrinaggio. sorrisi
Preciso che non sono mai stato a Santiago di Compostela né a Lourdes, bensì a Rimini, a Colle val d’Elsa, nella campagna aretina o in qualsiasi altro luogo dove quattro volte all’anno si tengono i seminari del Maestro. Questo marzo ho fatto un’eccezione: sono stato a Roma, insieme ai devoti e alle devote che organizzano le conferenze di Marco Ferrini.
Avevo già fatto alcune esperienze simili. Gli instancabili devoti dell’organizzazione sono pervasi da una fede gioiosa che contagia anche i non più giovani come me, il clima è di una serenità ispirata che ben predispone alla crescita interiore. La compagnia del Maestro è composta da persone motivate e portatrici di un messaggio controcorrente e non si respira l’aria di setta chiusa e desiderosa di fare proseliti a tutti i costi, piuttosto si è immersi in una sincera e spontanea accoglienza che mette subito a proprio agio.
Questo è quello che è successo durante le due conferenze, tenute in contesti molto differenti, la prima presso la sede dell’ordine degli psicologi della provincia del Lazio e la seconda in un centro culturale/ristorante-vegetariano, ambedue nel centro di Roma. Se non conoscessi la capacità di motivare che possiede il Maestro, mi sarei anche potuto meravigliare della risposta del pubblico. Il primo, più formale e strutturato, ha risposto in modo massiccio non solo per la presenza fisica che ha abbondantemente riempito la sala, ma anche per come ha ben affrontato la differente visione filosofica tra la scienza vedica e quella occidentale: credo che per molti “addetti ai lavori” sia stato un utile squarcio su un approccio tanto antico quanto innovativo. Anche nel piccolo ristorante vegetariano i posti erano appena sufficienti, da notare che la conferenza era di domenica mattina… Anche se come ho già detto non mi sorprende quanto le parole del Maestro scaldino il cuore di persone che sono sinceramente alla ricerca, non nascondo che ho provato una forte emozione nel trovarmi a parlare con partecipanti che, aprendosi senza remore, hanno manifestato una così forte attrazione verso questa tradizione.
Se qualcuno pensa che le persone si lascino facilmente convincere perché in queste occasioni si commercia una fede a buon mercato si sbaglia, posso testimoniare che mai il Maestro la mette sul facile, al contrario c’è sempre il richiamo all’impegno costante e alla disciplina, ad una fede fondata sulla volontà e sul dovere, ma sempre nel quadro di una vita gioiosa.
A questo proposito, quando ho detto a mia figlia che sarei andato un fine settimana in “pellegrinaggio” a Roma col Maestro e che avrei avuto bisogno del sacco a pelo per dormire, lei si è preoccupata che forse avrei potuto soffrire dei disagi (che non ci sono stati) e quando le ho detto che il Maestro da molti anni fa questa vita su e giù per l’Italia pur essendo stato in giovinezza un uomo molto ricco, mi ha detto: “quindi da giovane avrà fatto una bella vita”, gli ho risposto, con la convinzione che mi deriva da una frequentazione pluriennale che “Ora fa la bella vita!”

4 commenti su “Roma”

  1. Caro Graziano,sì, dici bene : la vita di Marco Ferrini è bella perchè la vita è bella quando riusciamo a spenderla e a nutrirla attraverso ciò in cui crediamo ..E ancora più bella, quando possiamo condividerne con altri i valori … E vederli crescere, di giorno in giorno, attraverso il nostro impegno e la nostra cura, ma anche attraverso l’ interesse e l’ attenzione di chi a noi si avvicina..E poi, forse, a sua volta decide..di intraprendere lo stesso viaggio.., Così di giorno in giorno aumenta la gioia, insieme alla motivazione, insieme all’ energia….Quante volte mi sono chiesta ..Ma come fa il Maestro a fare questa vita , a tenere questi ritmi ? Una Fede profonda, ispira parole che sanno arrivare al cuore, l’ entusiasmo genuino, fresco, accende il diffuso torpore..sveglia gli intelletti..Richiama… Una persona che crede in quello che dice, e di tutto si presta a rendere conto..Una persona così davvero ha preso in mano la sua vita e ne ha deciso senso e direzione Ponendosi al servizio del Bene e dell’ Amore, per rendere bella anche la nostra vita ..

Rispondi a Liliana Annulla risposta